Area C Milano

L'area C è una zona a traffico ridotto nel centro di Milano, istituita per limitare inquinamento e traffico non senza polemiche. Tutti coloro che vogliono entrare in quest'area devono munirsi del cosiddetto Ecopass, che ha prezzi diversi a seconda del tipo di veicolo e del fatto che si sia o meno residenti. I tagliandi possono essere trovati online, negli Atm Point, in edicole, tabaccherie, autorimesse, parcometri, e possono anche essere acquistati tramite i bancomat di Intesa San Paolo o tramite Telepass. Dall'inizio di settembre 2013 le regole per l'accesso a quest'area cambieranno, ed ecco come.

Prima di tutto è bene ricordare che le telecamere che controllano gli accessi all'Area C Milano sono rimaste spente durante il periodo agosto, ma torneranno in funzione a partire dal 26 del mese. Quindi per coloro che sono rimasti in città anche nel periodo delle vacanze e che hanno potuto usufruire di questa piccola consolazione, i vantaggi sono finiti.

Gli orari tornano quelli di prima delle vacanze: l'accesso all'area interna alla Cerchia dei Bastioni sarà limitato tra le 7.30 e le 19.30 tutti i giorni feriali tranne il giovedì. Il giovedì la limitazione termina alle ore 18. Le novità riguardano invece il servizio informazioni dell'area, che smetterà di avere un numero verde gratuito e che avrà invece un comune numero urbano, lo 02 48684001. Chi vuole informazioni non potrà quindi più averle completamente gratis, ma dovrà pagare la telefonata.

Inoltre dal 30 settembre viene istituito un sistema di mini-multe per sanzionare chi entra nell'area senza essere in regola. Chi entro la mezzanotte del giorno successivo all'infrazione non è ancora in regola, ha due possibilità: o attendere l'arrivo della salata sanzione da 95 euro, oppure pagare un tagliando da 30 euro entro il settimo giorno dall'infrazione.

Sarà possibile effettuare l'acquisto del tagliando anche attraverso il nuovo sito web dedicato all'area c, ovvero www.areac.it. Tutti gli utenti che desiderano avere un account su questo sito possono comodamente registrarsi e attraverso di esso gestire pagamenti, ingressi e via dicendo. Sarà anche possibile effettuare i pagamenti con PayPal. Il sistema sarà estremamente sicuro, dice il Comune, poiché ad ogni targa autorizzata verrà associato un codice PIN personale. In questo modo ogni targa sarà associata ad un unico profilo personale.